Ex carabiniere ucciso a Copertino, resta in carcere il presunto omicida

Resta in carcere Michele Aportone, il 70enne di San Donaci (Brindisi), accusato dell’omicidio del maresciallo dei carabinieri in quiescenza Silvano Nestola, la sera dello scorso 3 maggio a Copertino (Lecce).

Aportone, secondo l’accusa, non avrebbe approvato la relazione sentimentale che l’ex militare aveva intrecciato con sua figlia. Il Tribunale del Riesame ha rigettato il ricorso della difesa che aveva chiesto nuovamente l’annullamento dell’ordinanza cautelare per un vizio procedurale, rimarcando l’assenza di gravi indizi di colpevolezza.

Michele Apportone è stato arrestato nuovamente il 24 novembre scorso dopo che i giudici del Riesame avevano annullato la prima ordinanza per mancanza di valutazione autonoma da parte del gip.

Promo