Ex Ilva, sospesi lavoratori senza green pass completo. Fiom: “Atto unilaterale dell’azienda”

Acciaierie d’Italia, ex Ilva, ha sospeso il badge aziendale (quello per l’accesso nello stabilimento) ai lavoratori che non hanno fornito tutte le indicazioni sulla vaccinazione anti Covid. Lo dichiara questa mattina la Fiom Cgil in riferimento al siderurgico di Taranto.

“L’azienda ancora una volta -afferma la Fiom Cgil- compie l’ennesimo atto unilaterale e senza nessun preavviso ai lavoratori ha sospeso il tesserino a coloro i quali non hanno ancora fornito green pass completo di data di vaccinazione ma solo il QR. Gli stessi dipendenti -aggiunge il sindacato- avranno il tesserino disabilitato in attesa che forniscano all’azienda il green pass completo. Ovviamente la gestione del personale di Acciaierie d’Italia avrebbe potuto comunicarlo ai lavoratori prima di intervenire con la sospensione del tesserino, ma ha preferito ancora una volta penalizzare i propri dipendenti”.

“Imbarazzante”, così la Fiom Cgil definisce la posizione assunta da Acciaierie d’Italia. “Pertanto – conclude il sindacato – il lavoratore dovra’ verificare il green pass fornito all’azienda e in caso di assenza della data di vaccinazione dovrà inviare il nuovo”.

Promo