Teatro Petruzzelli, da Città metropolitana e Presidenza del Consiglio no alla mediazione

[epvc_views]

La città metropolitana di Bari e la presidenza del Consiglio dei Ministri non parteciperanno all’incontro per la mediazione sul caso del teatro Petruzzelli di Bari, in programma il prossimo 20 dicembre, su richiesta della famiglia Messeni Nemagna, proprietaria dell’immobile, dopo le sentenze con cui la Corte d’Appello di Bari ha riconosciuto che la proprietà è privata e ha condannato i privati a restituire la somma spesa per la ricostruzione dopo l’incendio del ’91, pari a 43 milioni di euro.

Stando a quanto apprende l’agenzia LaPresse, le note sono arrivate all’organo di mediazione Aequitas di Bari e all’avvocato Ascanio Amenduni che assieme all’avvocato Ciro Garibaldi rappresenta la famiglia.

“Non è configurabile nella fattispecie un’ipotesi di mediazione obbligatoria”, si legge nella nota del servizio Avvocatura e contenzioso della Città metropolitana di Bari, allegata al decreto firmato con cui il sindaco Antonio Decaro ha autorizzato la non adesione dell’ente. “Tanto avuto riguardo al tenore della vicenda contenziosa oggetto del procedimento in parola, nonché alla circostanza che la stessa risulta decisa con sentenze rese dalla Corte d’Appello di Bari, suscettibili di essere impugnate dinanzi alla Suprema Corte di Cassazione”.

Promo