Foggia, tenta truffa a due anziani spacciandosi per nipote. Arrestato 18enne

[epvc_views]

Ha contattato telefonicamente una coppia di anziani di Foggia, di 77 e 74 anni, spacciandosi per il nipote e poi ha tentato una truffa nei loro confronti. Agenti della Squadra Mobile della Questura hanno arrestato un giovane della provincia di Caserta, 18enne. Deve rispondere dei reati di tentata truffa e resistenza a pubblico ufficiale.

I poliziotti sono intervenuti dopo una segnalazione giunta in Questura. Quando i due anziani sono stati chiamati al telefono fisso il fantomatico nipote ha riferito di essere stato trattenuto da personale dell’Arma dei Carabinieri e che sarebbe stato rilasciato su cauzione di 4.000 euro in contanti o in monili in oro. Insospettiti dalla insolita richiesta, le due vittime hanno contattato gli agenti della Polizia di Stato.

Il giovane, peraltro pregiudicato, è stato colto in flagranza, proprio nei pressi del citofono dell’abitazione dei due anziani. Quest’ultimo, nel tentativo di sottrarsi all’arresto ha causato lesioni ad un agente, giudicate guaribili in 10 giorni. La Squadra Mobile ha individuato l’auto utilizzata per giungere a Foggia dalla Campania e il complice dell’arrestato, quest’ultimo denunciato in stato di libertà per il reato di tentata truffa.

Su disposizione del pubblico ministero di turno della Procura della Repubblica, il giovane pregiudicato è stato portato in carcere. Il suo arresto è stato convalidato e nei suoi confronti è stato notificato il provvedimento di aggravamento della misura cautelare dell’affidamento in comunità e collocamento presso Istituto di Pena, provvedimento dalla cui esecuzione si sottraeva dal settembre.

Promo