Ferrovie, a vuoto il bando per la vendita dello scalo Lecce-Surbo. Rammarico della viceministra Bellanova

216 Visite

“Apprendo in questi minuti da Sistemi Urbani del Gruppo FSI che il bando di gara per la vendita e la gestione dello Scalo merci Lecce- Surbo, i cui termini scadevano oggi, è purtroppo andato deserto , non registrando alcuna manifestazione d’ interesse”. Lo comunica in una nota la viceministra alle Infrastrutture e Mobilità sostenibili Teresa Bellanova.

“Lo dico con rammarico, poiché continuo a considerare il rilancio di quell’infrastruttura uno snodo strategico al servizio del sistema produttivo ed economico della Puglia, e più in generale del Mezzogiorno. Prendiamo atto che evidentemente le condizioni per una risposta positiva, che pur l’incontro promosso in Confindustria lo scorso settembre aveva lasciato intravedere , non si sono determinate così come ci auguravano”.

La viceministra aggiunge quindi di considerare l’accaduto “una battuta di arresto ma non la parola fine su una strategia di rilancio infrastrutturale che, a maggior ragione alla luce delle azioni previste nel Pnrr, dei 5 miliardi destinati in Legge di Bilancio alla linea adriatica Lecce-Bologna, della ridefinizione delle mappe Tent-T proposte dalla Commissione europea, del Decreto Zes, deve evidentemente trovare nuova linfa”.

“Per questo -conclude- subito dopo la pausa natalizia, programmeremo un incontro con il Gruppo Fsi, Sistemi Urbani e Regione Puglia per una valutazione e una condivisione sul percorso di rilancio”.

Promo