Liberalizzazione alle Saline di Margherita di Savoia, chiesta audizione alla Commissione regionale

254 Visite

La capogruppo del M5S in Consiglio regionale pugliese, Grazia Di Bari, ha depositato un richiesta di audizione in IV Commissione consiliare dell’assessore regionale allo Sviluppo economico Alessandro Delli Noci, del sindaco del Comune di Margherita di Savoia Bernardo Lodispoto, del presidente del Consiglio di Amministrazione di Atisale spa Bruno Franceschini e dell’amministratore unico di Terme di Margherita di Savoia Marina Lalli in merito alle prospettive di liberalizzazione delle acque madri e dei fanghi prodotti dalle Saline di Margherita di Savoia. Lo scorso 31 dicembre -spiega- è scaduta la concessione della durata complessiva di 99 anni per il prelievo delle acque madri e dei fanghi dai bacini della Salina.

“Ho richiesto l’audizione -dice- perché una questione così importante come quella della liberalizzazione del prelievo delle acque madri e dei fanghi delle Saline dovrebbe essere ampiamente condivisa in tutte le sedi istituzionali in considerazione della valenza economica, naturalistica, sociale e produttiva che queste materie prime rappresentano per il territorio. Con la liberalizzazione si potrebbe infatti favorire la valorizzazione delle potenzialità turistiche, balneari ed ambientali della zona, e la realizzazione di prodotti sanitari, farmaceutici e cosmetici”.

Promo