La Banca di Credito Cooperativo (Bcc) di San Marzano ha chiuso il 2021 con utile netto di 3,7 milioni

La Banca di credito cooperativo di San Marzano (Taranto) ha chiuso il bilancio 2021 con un utile netto 3,7 milioni di euro (+6%). L’anticipazione dei dati di bilancio è stata fatta oggi in vista dell’assemblea di primavera.

Per la Bcc San Marzano, si tratta di “un significativo incremento di solidità, volumi e redditività”. La raccolta complessiva segna una crescita del 3%, attestandosi a 702 milioni di euro. Gli impieghi a sostegno dell’economia reale raggiungono quota 330 milioni di euro, con un incremento del 6% rispetto al 2020. Positive le performance relative alla solidità, con il patrimonio netto in crescita a 63 milioni di euro (+6%).

Tra le 70 banche del gruppo Cassa Centrale, Bcc San Marzano “si conferma una delle realtà finanziarie più solide del Mezzogiorno, forte di una storia di oltre 65 anni, impegnata nella costruzione di uno sviluppo inclusivo e sostenibile, soprattutto in questa fase decisiva per il rilancio”. Per il presidente Bcc San Marzano, Emanuele di Palma, “i positivi risultati conseguiti da una banca come la nostra sono l’espressione di una crescita del territorio che non scaturisce solo da fattori economici, ma che dipende anche dalle competenze, dalle professionalità, dalla cultura d’impresa, dalla fiducia di soci e clienti”.

“Tutto ciò -conclude di Palma- vale ancora di più per un istituto che fa parte di un grande gruppo cooperativo la cui funzione sociale è l’inclusione. Continueremo ad accompagnare la ripresa economica”.

Promo