Il terzo candidato sindaco a Taranto è Massimo Battista

Massimo Battista è il nuovo candidato sindaco di Taranto che si aggiunge ai due candidati già in campo: Rinaldo Melucci, del Pd, a capo di una coalizione tra Pd e M5S e centrosinistra tra partiti e liste civiche, e Walter Musillo, riferimento dell’alleanza tra i civici del Patto per Taranto, varie formazioni di destra e sinistra e i tre partiti del centrodestra: Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia.

Ieri è avvenuta l’ufficializzazione della candidatura. Massimo Battista insieme a Rita Corvace erano stati eletti consiglieri comunali col Movimento 5 Stelle da cui sono però usciti da tempo in aperto dissidio sulla gestione della vicenda Ilva.

Battista è espressione del movimento “Una città per cambiare Taranto” che viene supportata da altre due formazioni: Taranto città normale e Periferie al centro. Battista e Corvace, che erano all’opposizione della giunta del sindaco Melucci, sono stati tra i 17 consiglieri comunali di Taranto su 32 del plenum, tra maggioranza ed opposizione, che a metà novembre hanno firmato le dimissioni anticipate dall’assemblea consiliare provocandone lo scioglimento a sei mesi di distanza dalle elezioni fissate per la prossima primavera.

“Il nostro progetto -ha dichiarato Battista- sarà mettere al centro la città di Taranto senza compromessi. Se le prospettive che si stanno presentando in questi giorni sono quelle, da destra e sinistra, con persone che hanno portato alla distruzione questo territorio, e che hanno cambiato posizione, mi pongo l’obiettivo, con tutte le persone che hanno sposato questo progetto, di portare la gente a votare”.

“Metteremo al centro del nostro programma le periferie, che sono abbandonate e degradate, staccate dal resto della città, ma anche la normalità di Taranto” ha poi detto Battista che ha presentato poi una parte della sua squadra.

Promo