Edilizia: approvato dopo 86 anni nuovo regolamento Bari

Il Consiglio comunale di Bari ha approvato ieri, su proposta del sindaco Antonio Decaro che ha trattenuto per se’ la delega all’Urbanistica, il regolamento edilizio che si aggiorna dopo 86 anni dalla sua prima approvazione. La nuova versione del provvedimento ne aggiorna una precedente del 1936 ed e’ improntata, specifica il Comune di Bari, allo sviluppo edilizio, alla qualita’ della vita e alla vivibilita’ anche da parte di persone diversamente abili.

Si parla anche di sviluppo urbano orientato alla sostenibilita’, all’efficienza energetica, alla resilienza urbana, all’inclusione sociale ed alla riduzione del consumo di suolo, all’adattamento climatico, alla transizione energetica e digitale, secondo i temi prioritari contenuti nel Patto di Amsterdam per l’Agenda urbana, nelle politiche europee per il clima e l’energia.

“L’ obiettivo – spiega Decaro – e’ quello di recepire le nuove normative in materia di urbanistica, chiarire e semplificare per i cittadini o gli addetti al settore il quadro di regole in cui agiamo e introdurre le premialita’ legate alle nuove tecniche in materia di edilizia e pianificazione urbana orientate alla sostenibilita’, all’efficientamento energetico, alla riduzione di consumo di suolo e ai servizi per la residenza orientati ad una migliore vivibilita’ dell’insediamento edilizio e del contesto urbano”.

“E’ una sorta di cartina tornasole del settore urbanistico – conclude – e dell’edilizia nella citta’ di Bari, aggiornato alla normativa vigente, utile ad offrire a tutti gli operatori un quadro di regole e strumenti con cui operare”.

Promo