La mamma di Giordano Signorile: “Mio figlio è nato con la grande passione della danza”

“Mio figlio è nato con la scintilla della danza nel cuore. È una passione talmente grande che lo ha portato lontano dalla sua famiglia, da casa, a Kiev”. Così all’agenzia LaPresse Fausta Policarpo, la mamma del ballerino 19enne Giordano Signorile, originario di Capurso (Bari), rimasto bloccato a Kiev dove si era trasferito a 14 anni per frequentare l’accademia di danza.

Il ragazzo, assieme ad altri italiani, è in viaggio per Odessa per poi raggiungere la Moldavia e da qui tornare in Italia. “Io l’ho esortato a tornare in Italia, ma lui mi ripeteva che voleva restare anche perché non credeva che potesse esserci la guerra”, dice la donna che a Capurso è titolare di una scuola di danza. “Anche l’atmosfera che si respira a Kiev era tranquilla, lavorava dal lunedì alla domenica, c’era turismo, mio figlio era davvero felice”, prosegue.

“Negli ultimi giorni tutti gli studenti dell’accademia sono andati via. Hanno fatto le valigie e hanno salvato la pelle. Lui non ha voluto e lo racconto per far capire quanto sia grande la sua passione per la danza”, sottolinea. “Ora mi auguro che tutta questa bruttura non modifichi la sua passione. Raccontare la guerra ai genitori, quando sono i nonni a farlo ai nipoti, non è bello” va avanti.

“Ha iniziato l’accademia a Kiev dopo aver frequentato un anno il liceo linguistico in Italia. Lo scorso anno è rimasto qui a causa della pandemia e l’ho iscritto di nuovo al liceo”, conclude la mamma.

(Foto Facebook)

Promo