Proroga dei contratti per i somministrati Arpal, lavoro fino al 30 giugno

82 Visite

Saranno prorogati fino al prossimo 30 giugno i contratti dei lavoratori somministrati dell’Arpal, l’agenzia per le politiche attive del lavoro della Puglia. È quanto riferito dal direttore generale dell’Agenzia, Massimo Cassano nel corso della riunione del tavolo convocato dalla presidente del Consiglio regionale della Puglia, Loredana Capone, su richiesta dei sindacati. I contratti scadono tra 4 giorni. Cassano ha detto di aver proceduto all’espletamento di tutte le procedure concorsuali e annunciato l’assunzione delle ultime 578 unità a partire dal 30 aprile, per un totale di 1062 nuovi assunti.

“Il 25 aprile la somministrazione s’interromperà ma contestualmente, al fine di affiancare i nuovi assunti nell’esercizio delle funzioni assegnate, procederà con una nuova gara di assegnazione del servizio in somministrazione così da poter ricorrere ad un nuovo contratto in somministrazione per i lavoratori in scadenza, a partire dalla seconda metà di maggio e fino e non oltre il 30 giugno 2022”, spiega una nota.

“Si è fatto un decisivo passo in avanti verso la proroga dei contratti dei somministrati che operano nei Centri per l’impiego”, ha dichiarato il consigliere regionale del Pd, Michele Mazzarano, autore dell’emendamento alla legge di Bilancio sui somministrati Arpal. “I dirigenti Arpal hanno finalmente riconosciuto la professionalità di questi operatori e la loro importanza in questa fase, soprattutto nell’affiancamento e nell’avvio al lavoro dei vincitori di concorso. La disponibilità finanziaria dichiarata dall’assessore al Bilancio consente di procedere in tempi rapidissimi”.

“Le prossime settimane -ha concluso Mazzarano- saranno decisive per discutere della prospettiva di questi lavoratori alla cui specializzazione e professionalità la Regione Puglia non deve rinunciare”.

Promo