Bellomo (Lega): “Con mia proposta di legge semplifichiamo l’avvio di aziende agrituristiche”

80 Visite

“Una Scia per il futuro dell’agriturismo in Puglia. Si potrebbe sintetizzare così l’obiettivo della mia nuova proposta di legge. Una vera e propria rivoluzione, nel segno della modernità e di una realtà in costante crescita”. Lo dichiara Davide Bellomo, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Puglia.

“La normativa -spiega- ha innanzitutto lo scopo di semplificare, attraverso una Segnalazione Certificata di Inizio Attività, il procedimento per avviare un’azienda agrituristica. Un colpo alla burocrazia, nel nome di una sana liberalizzazione diretta a incentivare la libertà economica privata. L’aumento esponenziale della domanda di agriturismo nella nostra regione comporta infatti la necessità di ampliare l’offerta, tenendo conto anche dell’esigenza di attualizzare e modernizzare una vecchia legge che risale a quasi 10 anni fa. Le attività connesse all’agricoltura in questi anni si sono moltiplicate, evolvendo fino al punto da diventare strumenti di organizzazione e valorizzazione del territorio, espressioni di cultura e tradizioni, risorse di lavoro creativo e dinamico”.

“Tutto questo -evidenzia- ha bisogno di essere regolamentato, introducendo il concetto della diversificazione, ossia la possibilità di sviluppare una serie di iniziative che, sebbene esterne all’agricoltura vera e propria, si possono integrare con essa e creare ulteriore reddito. Attingendo alle esperienze del passato, ma anche a forme di un turismo futuribile, che a noi oggi può apparire bizzarro, ma che è già sviluppato in altri Paesi”.

“Stare a contatto con la natura può significare amare il glamping, la casa sugli alberi o l’alloggio in botti, l’ippoturismo, ma anche -conclude- lasciarsi andare alle delizie di una agrigelateria o alla degustazione di prodotti tipici. Attraverso questa nuova legge discipliniamo dunque attività già esistenti o che stanno per nascere, tutte rivolte alla ricerca di un vero benessere psicofisico del turista e in grado di produrre opportunità di sviluppo in un settore che in Puglia, terra dalle mille risorse, ha ancora enormi potenzialità”.

Promo