Omicidio Carlo Giannini di Mesagne, la polizia di Sheffield cerca testimoni

[epvc_views]

Appello della polizia di Sheffield (Inghilterra) per trovare possibili testimoni dell’omicidio di Carlo Giannini, il pizzaiolo di 34 anni, originario di Mesagne (Brindisi), il cui corpo senza vita venne trovato da un passante lo scorso 12 maggio, attorno alle 5, nel Manor Field Park di Sheffield.

Stando a quanto emerso dall’autopsia, il 34enne sarebbe stato ucciso con una coltellata. L’appello è stato lanciato oggi sui canali social della polizia. “Si ritiene che il 34enne sia entrato nel parco alle 23.06, ma i suoi movimenti sino alla morte sono sconosciuti”, si legge nel testo. La polizia ha diffuso sette fotogrammi estratti dalle “immagini del sistema di videosorveglianza che si riferiscono all’arco temporale compreso fra le 23,13 e le 3,09”.

“È fondamentale costruire un quadro chiaro dell’attività all’interno e all’esterno del parco ella notte dell’11 maggio e nelle prime ore del 12 maggio”, sottolinea l’ispettore capo Becky Hodgman. “Cerchiamo di parlare con potenziali testimoni. Se vi riconoscete nelle immagini, contattateci”.

La polizia inglese ha arrestato due ragazzi per la morte di Giannini: un 17enne e un 18enne, entrambi in libertà su cauzione. Giannini aveva lasciato Mesagne per motivi di lavoro e si era trasferito prima in Germania e poi in Inghilterra.

Promo