A Luigi Longo ricercatore di Poggiardo premio per lavoro su Atlas

[epvc_views]

È stato attribuito a Luigi Longo, assegnista di ricerca del dipartimento di Matematica e Fisica “Ennio De Giorgi” dell’università del Salento e associato all’Infn Lecce, uno degli “Atlas Outstanding achievement awards”, riconoscimenti assegnati nell’ambito della collaborazione scientifica dell’esperimento di fisica delle particelle Atlas, attualmente prossimo a una nuova fase di presa dati al Large Hadron Collider (Lhc), il più grande acceleratore al mondo situato nel Cern di Ginevra.

Gli “Atlas Outstanding achievement awards” riconoscono i contributi più significativi per il lavoro effettuato dal 2020 al 2022 sull’hardware, il funzionamento, l’aggiornamento, il software del rivelatore e le prestazioni combinate. Il premio è stato assegnato a Longo, 35 anni originario di Poggiardo (Lecce) “per i suoi contributi eccezionali forniti per il completamento dell’integrazione e alla messa in servizio delle New Small Wheel (NSW)”: rivelatori per la ricostruzione di tracce dei muoni, particelle elementari all’interno dell’apparato Atlas.

Le New Small Wheel sostituiranno gli ormai obsoleti rivelatori posti sui lati (EndCaps) dell’esperimento Atlas, e hanno il compito di rivelare e identificare i muoni prodotti sia in avanti che indietro rispetto al punto di interazione all’acceleratore LHC e rappresentano quindi un miglioramento dell’apparato sperimentale. Il ricercatore è da anni a lavoro sul progetto delle New Small Wheel.

Promo