Lavoro, Axist ritira il licenziamento per i 35 dipendenti a Grottaglie

[epvc_views]

Si è tenuta Ieri a Taranto la consultazione sindacale così come previsto dalla procedura di licenziamento per i dipendenti di Axist. Dopo un’accurata discussione, i vertici aziendali hanno accolto e comunicato alle organizzazioni sindacali di Fim, Fiom e Uilm la revoca della stessa procedura che vedeva il futuro di 35 dipendenti del sito di Grottaglie fortemente a rischio.

A seguito di un’attenta analisi, con il contributo dei sindacati presenti al tavolo, Axist al fine anche di operare nell’interesse di Leonardo e appurata la volontà da parte dello stesso Leonardo ad emettere un ordine a copertura del riavvio delle attività del prossimo settembre, ha comunicato la revoca della procedura. Lo riferisce la Fim Cisl.

L’ordine, basato sulle attuali previsioni dei volumi di Leonardo della durata di circa 2 mesi sarà in grado di garantire una saturazione solo parziale, alleggerendo le difficoltà delle risorse Axist in forza al sito di Grottaglie. Un primo spiraglio che consentirà, nello stesso tempo, di procedere con l’utilizzo degli ammortizzatori sociali utili a gestire le maestranze nei periodi di non saturazione, totale o parziale, delle stesse. Nel corso dell’incontro l’azienda ha comunicato, inoltre, che sta intensificando le azioni di sviluppo ed acquisizione di ordini al fine di diversificare i clienti e dare nuove opportunità di lavoro ai propri dipendenti, minimizzando il ricorso agli ammortizzatori sociali.

Le prospettive di lavoro al di fuori dell’ambito Leonardo sembrano favorevoli. È evidente che il tipo di servizi offerti dall’azienda può essere svolto solo presso le sedi operative dei clienti e pertanto tali opportunità potranno essere colte solo attivando trasferte o distacchi. Axist, infine, si è riservata un ulteriore momento di verifica entro la fine dell’anno per una valutazione delle compatibilità economico – finanziarie -industriali che continueranno a rappresentare il driver sulla base del quale poter dare continuità alle attività del sito di Grottaglie.

Promo