Mafia, eseguita la confisca di beni per oltre 1 milione a esponente della criminalità di Bitonto

[epvc_views]

Beni, mobili e immobili, per un valore complessivo superiore a un milione di euro sono stati confiscati a Emanuele Sicolo, 51 anni di Bitonto (Bari) che per la Direzione investigativa antimafia ha caratteristiche di “pericolosità sociale” a causa “dei suoi numerosissimi precedenti per reati violenti o commessi per ragioni di profitto, nonché per una condanna per associazione mafiosa”. Il provvedimento è stato eseguito in base al dispositivo di sentenza emesso dalla quinta sezione penale della Cassazione.

Le indagini hanno permesso agli inquirenti di accertare “l’ampia sproporzione” tra il patrimonio e la capacità reddituale dell’uomo e dei suoi familiari. La confisca riguarda unità immobiliari, autovetture, quote societarie di compendi aziendali e conti correnti.

Il provvedimento, spiega una nota della Dia, “si inserisce nelle attività istituzionali della Direzione investigativa antimafia finalizzate all’aggressione delle illecite ricchezze acquisite e riconducibili, direttamente o indirettamente, a contesti delinquenziali, agendo così a tutela e salvaguardia della parte sana del tessuto economico nazionale”.

 

Promo