Colpo di scena al processo per i fidanzati uccisi a Lecce, giudice popolare dichiarato decaduto dopo intervista a tv

[epvc_views]

Inizia con un imprevisto l’udienza in cui oggi i giudici della Corte d’Assise di Lecce pronunceranno la sentenza nei confronti di Antonio De Marco, lo studente reo confesso dell’omicidio dell’arbitro leccese Daniele De Santis e della fidanzata Eleonora Manta. Un giudice popolare supplente è stato dichiarato decaduto per avere rilasciato, poco prima dell’avvio dell’udienza, un’intervista ad alcune tv, facendo -è stato spiegato- valutazioni personali sull’esito del processo. Il presidente della Corte Pietro Baffa ha disposto la decadenza per incompatibilità.

Il processo è ora iniziato. Il pm Maria Consolata Moschettini non ha voluto controreplicare alle arringhe difensive della scorsa udienza. La Corte è entrata in Camera di Consiglio. La Procura aveva già invocato l’ergastolo col riconoscimento dell’aggravante della crudeltà e della premeditazione, e l’isolamento diurno per un anno.

Promo