Il Tribunale di Bari reintegra dipendente Despar ex Auchan esclusa nella cessione del ramo d’azienda

[epvc_views]

Il Tribunale di Bari ha reintegrato una lavoratrice del supermercato ex Auchan di Modugno (Bari), oggi a marchio Despar, riconoscendo la “illegittimità del comportamento tenuto da Margherita Distribuzione Spa e dalla società Maiora Srl che, nel settembre 2020, sottoscrivevano un accordo di cessione di ramo d’azienda” in base al quale “con criteri arbitrari” veniva disposto “il transito di solo 76 lavoratori su un organico complessivo di 137 unità”. Lo rende noto la Filcams Cgil Bari che, nel sostenere le cause intentate dai dipendenti esclusi dal transito, contestava la distinzione, fatta da Margherita Spa e Maiora Srl, tra dipendenti afferenti all’area food e non food. “È evidente -spiega il segretario di Filcams Cgil Bari, Antonio Miccolis- che forze lavoro con un inquadramento di addetto vendite-cassiera non potevano essere incasellate in una categoria merceologica food/non food”.

“Nel sancire l’illegittimità di tale condotta nei confronti della dipendente -prosegue la nota del sindacato- il Tribunale ha imposto alle due società il pagamento delle retribuzioni non corrisposte alla lavoratrice dall’8 settembre 2020 al suo riassorbimento in Maiora Srl oltre che il pagamento delle spese processuali”. Nei prossimi mesi il Tribunale di Bari sarà chiamato ad esprimersi su analoghi ricorsi presentati da altri lavoratori.

Promo