Progetto “Ogni ape conta”, arriva anche a Castel del Monte un BeeHotel

[epvc_views]

Dopo il Beehotel donato al Comune di Modugno, Coop Alleanza 3.0 dona in Puglia un altro albergo per api, cioè una struttura progettata per ospitare insetti impollinatori, come appunto api ma anche farfalle e coccinelle, utile quindi all’agricoltura e alla difesa della biodiversità. Questa volta il beehotel sarà inserito nell’azienda Posta delle Grave che si trova all’interno del parco omonimo a Castel del Monte (in provincia di Barletta, Andria Trani) il prossimo 11 giugno alla presenza della sindaca Giovanna Bruno, del presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Francesco Tarantini e del presidente del Consiglio di Zona dei soci Coop Riccardo Massimiliano Amorese.

Il dono avviene grazie ai punti devoluti dai soci con la Raccolta 2021 del progetto “Ogni ape conta” realizzato da Coop, LifeGate e Università di Bologna con l’obiettivo di allevare e tutelare un miliardo di api, sia da miele che selvatiche, e portare avanti una ricerca scientifica su larga scala che coinvolge per la prima volta grande distribuzione, oltre un centinaio di aziende agricole ed apicoltori, e le università. Per condurre attività di osservazione e ricerca scientifica anche sulle api solitarie, si è deciso di realizzare oltre un migliaio di “casette” per ospitarle.

“Con il progetto “Ogni ape conta” -ha spiegato Riccardo Massimiliano Amorese-, dando una casa alle api e salvaguardandole, Coop Alleanza 3.0 si impegna a praticare l’idea di sviluppo armonico perché pensiamo che la tutela e la salvaguardia dell’ambiente siano alla base del benessere e qualità della vita per noi e per le generazioni future”. E quindi “ben vengano nel Parco dell’Alta Murgia iniziative di tutela degli insetti impollinatori” ha aggiunto Francesco Tarantini. che rappresenta un ulteriore tassello per la salvaguardia della biodiversità”.

Promo