Il Festival Cavù di Cagnano Varano premiato da Cittadinanzattiva

[epvc_views]

C’è anche “Cavù” il progetto ideato per contrastare lo spopolamento di Cagnano Varano, paese di 6mila anime della provincia di Foggia, tra i premiati nell’ambito del contest “Chi l’ha fatto?”, promosso da Cittadinanzattiva e dedicato alle idee innovative e utili a migliorare la qualità di vita di chi risiede nelle aree interne d’Italia. Il progetto del Foggiano si è classificato secondo, preceduto dal friulano “Proxima – La Vetrina digitale di prossimità” e seguito dai vicentini di “Visit Enego”.

Cavù nasce nel 2017 dall’impegno di un gruppo di giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni che hanno dato vita alla locale sezione della pro loco locale per aiutare la valorizzazione del centro storico del paese. Sono stati ideati una serie di laboratori che hanno coinvolto bambini, adulti e visitatori. L’appuntamento con il festival è ad agosto quando anche le attività produttive del paese lasciano i propri negozi e si spostano nel borgo storico dando vita a momenti suggestivi ed emozionanti, tra percorsi enogastronomici, musica, arte, magia.

“Serve una strategia nazionale di ampio respiro per garantire alle aree interne una dotazione adeguata di servizi essenziali e che vada oltre i pur utili fondi previsti dal Pnrr”, dichiara Anna Lisa Mandorino, segretaria generale di Cittadinanzattiva e aggiunge: “È quello che si prefigge la nostra “Carta della partecipazione delle aree interne”, che intende promuovere percorsi che diano impulso al protagonismo delle comunità e alla partecipazione delle stesse alle politiche di sviluppo che le riguardano, favorendo in tal modo l’efficacia delle strategie nazionali e la loro aderenza ai bisogni del territorio”.

Promo