Rapina in banca a Cerignola, arrestato 43enne. Il colpo fruttò circa 20mila euro

[epvc_views]

Lo scorso 9 giugno, nella tarda mattinata, è entrato nella filiale della Banca di credito cooperativo di Canosa e Loconia a Cerignola, in provincia di Foggia, armato di coltello e a volto scoperto, e lì si è impadronito dell’incasso che, in quegli istanti, i cassieri stavano contando, per un totale pari a circa 20.000 euro e suddiviso in banconote del taglio di 50. Dopo essersi appropriato del denaro, l’uomo, nel tentativo di assicurarsi l’impunità, si è coperto il capo con il cappuccio della felpa e, minacciando i presenti, è fuggito dopo aver costretto i dipendenti ad aprire i varchi di accesso.

Il presunto autore della rapina, un 43enne è stato individuato e arrestato dai carabinieri della Compagnia di Cerignola e dalla Squadra Mobile della Questura di Foggia. I militari, intervenuti nell’immediatezza dei fatti, si sono messi alla caccia del responsabile, dopo aver acquisito le immagini del sistema di video sorveglianza. Le ricerche sono state indirizzate verso un uomo già noto alle forze dell’ordine in quanto autore, in passato, di un’azione criminosa analoga perpetrata al di fuori della provincia di Foggia con modalità operative simili. La Squadra Mobile intanto si è attivata per verificare la presenza del sospetto nel centro cittadino.

Gli agenti della Polizia e i militari dell’Arma, grazie alla ricerca organizzata su tutto il territorio provinciale, hanno individuato il 43 enne all’interno di un’abitazione nel centro di Foggia e, dopo averlo perquisito, hanno recuperato una parte consistente della somma di denaro rapinata suddivisa in tagli da 50 euro. Infine è stato arrestato sulla base di una misura cautelare in carcere emessa dall’autorità giudiziaria.

Promo