Ancora un episodio di violenza sulle donne a Taranto. Calci e pugni alla compagna, arrestato 27enne

[epvc_views]

Quando gli agenti delle volanti hanno raggiunto via Principe Amedeo a Taranto, in strada hanno trovato una donna con il volto tumefatto e forti dolori a una gamba. È stata lei a riferire agli agenti di essere stata picchiata dal compagno e voleva essere accompagnata in ospedale. Il suo racconto è stato utile ai poliziotti che hanno arrestato l’uomo. Si tratta di un 27enne che ora è in carcere perché accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

La vittima, una donna di nazionalità rumena ha spiegato agli agenti che fin dall’inizio del suo rapporto con il compagno, lui si era sempre dimostrato molto geloso e l’aveva costretta a subire violenze prima verbali e poi fisiche che sarebbero divenute insostenibili anche a causa dell’abuso da parte del 27enne di droghe e alcol. La situazione sarebbe peggiorata negli ultimi tre anni quando i maltrattamenti erano diventati più frequenti e avvenivano sempre alla presenza dei due figli minori della coppia.

L’ultima aggressione è avvenuta ieri quando l’uomo ha afferrato la vittima per i capelli per poi trascinarla sul balcone e colpirla con un coltello con cui le ha fatto dei tagli alla coscia sinistra e al collo mentre le strappava ciocche di capelli. Non contento l’ha presa a schiaffi e pugni. La vittima dopo essere stata dimessa dal pronto soccorso dell’ospedale di Taranto ha denunciato l’uomo in questura ma dai controlli svolti dagli agenti è emerso che era destinataria di un ordine di carcerazione per numerosi reati pregressi ed è stata arrestata. I figli minori della coppia sono stati affidati a un parente.

Promo