Neonata di 4 mesi rischia di morire soffocata, due agenti della Polstrada a Laterza le salvano la vita

[epvc_views]

Tragedia sfiorata per una bambina di soli 4 mesi che ha rischiato la morte per soffocamento se non fosse stato per il tempestivo intervento di due poliziotti della Stradale allertati dalla nonna della piccola. Tanta paura per la famiglia della neonata di pochi mesi di Laterza, in provincia di Taranto, che d’un tratto hanno visto la bimba in preda a una crisi respiratoria e, impedite ad intervenire in suo aiuto, è stato l’intuito della nonna che, prontamente, è scesa in strada per chiedere un supporto esterno. Caso fortuito, ha voluto che transitassero con l’auto di servizio in via Roma due agenti della Polizia Stradale che, accortisi della presenza di una donna in stato di agitazione che implorava aiuto, sono accorsi per prestarle intervento.

I due poliziotti, Antonio e Francesco, si sono immediatamente introdotti nell’abitazione in cui la neonata, di nome Clarissa, con la mamma accanto, versava in grave pericolo di vita. A tal punto, dopo aver richiesto d’urgenza l’intervento del 118, si sono prodigati per effettuare una manovra di primo soccorso, tentando di espellere i muchi accumulatisi nella bocca della bambina, che rischiavano di soffocarla, per liberare le vie respiratorie affinché riprendesse a respirare. Uno dei due agenti si è recato in direzione dell’ospedale per agevolare il passaggio dell’ambulanza per le strade cittadine e l’arrivo rapido dei soccorsi presso l’abitazione della famiglia di Clarissa sita in una zona di campagna impervia e fuori mano, raggiungibile con difficoltà, in una contrada alla periferia di Laterza.

Prestati i soccorsi preliminari dal personale sanitario, la neonata è stata condotta per le dovute cure e ulteriori accertamenti all’ospedale di Castellaneta, scortata dai due fedeli angeli custodi della Polstrada. Per Clarissa, attualmente, ancora ricoverata, è scongiurato ogni pericolo, si è ristabilita dal terribile shock. La Questura di Taranto ha divulgato la notizia a lieto fine tramite i canali social per evidenziare lo spirito di servizio umanitario dei due poliziotti della Stradale.

Promo