Violenza sessuale, caso Haggis. La ragazza ha lasciato la comunità protetta, “È scossa ed impaurita”. Mercoledì l’incidente probatorio

[epvc_views]

“Ho sentito la ragazza molto scossa e provata. Aveva molto paura”. È quanto riferisce l’avvocato Stefano Maranella sostenendo di essere stato contattato ieri dalla 28enne inglese che nei giorni scorsi ha denunciato di aver subito violenze sessuali dal regista e sceneggiatore premio oscar Paul Haggis, 69 anni, agli arresti domiciliari da domenica scorsa a Ostuni (Brindisi). La 28enne nelle scorse ore ha lasciato la comunità protetta in Puglia dove si trovava da alcuni giorni. Il legale chiarisce che al momento non ha ricevuto il conferimento ufficiale dell’incarico per difendere la 28enne.

“Ieri -spiega- sono stato contattato da lei, mattina e sera, oltre cinque volte. Lo ripeto, era molto preoccupata”. “Per parlare -spiega Maranella- utilizzava tanti accorgimenti e precauzioni”. Intanto è stato fissato per il 29 giugno l’incidente probatorio richiesto dalla procura di Brindisi per cristallizzare le dichiarazioni della donna. Le presunte violenze sarebbero avvenute tra il 12 ed il 15 giugno scorso in un b&b di Ostuni dove Haggis si trovava per partecipare alla rassegna cinematografica ‘Allora Fest’.

Promo