Contrabbando internazionale di carburante e alcol, indagate 19 persone. Sequestro di beni per 1,2 milioni di euro tra Foggia, Avellino e Napoli

[epvc_views]

Beni, mobili e immobili, per un valore complessivo pari a 1,2 milioni di euro sono stati sequestrati dai finanzieri a 19 persone, residenti tra le province di Foggia, Avellino e Napoli oltre che in Polonia e Croazia, considerati i componenti di una associazione per delinquere finalizzata al contrabbando internazionale di prodotti energetici e alcolici.

Secondo quanto emerso dalle indagini, dirette dalla procura di Foggia e coordinate dall’agenzia europea per la collaborazione giudiziaria penale (Eurojust), a Foggia e in alcuni comuni della provincia sarebbe stato attivo un gruppo specializzato nel contrabbando di gasolio e alcolici con ramificazioni all’estero. Sarebbero stati contrabbandati evadendo le accise: gasolio agricolo in favore di chi non ne aveva diritto, solvente e diluente per vernici di produzione estera, del tipo “thinner”, destinato illecitamente all’autotrazione e alcol etilico, proveniente dalla Polonia dichiarato come disinfettante ma destinato all’uso alimentare, quindi assoggettabile ad imposta. I terminali del sistema di frode transnazionale era la Polonia Paese con cui da subito è iniziata una “cooperazione con i gli organi inquirenti”.

Sono stati sequestrati più di 448.000 litri di prodotti energetici (solventi, alcol e gasolio), pronti per essere illecitamente immessi in commercio, 25 automezzi e 2 depositi. L’attività investigativa ha accertato una evasione fiscale pari a di 1.156.000 euro in materia di Iva e più di 3.361.000 di euro in materia di imposte dirette.

Promo