Si sgancia la lama del flex mentre lavora e gli recide la gola, rischia la vita un uomo di Sava

[epvc_views]

Un comune lavoro domestico ha fatto quasi perdere la vita a un uomo di Sava, il quale mentre eseguiva una riparazione con il flex, la lama dell’attrezzo è fuoriuscita dalla sua collocazione e nel volo si è andata a conficcare nel collo dello sventurato. Tragedia sfiorata nella mattinata di ieri nel comune sul versante orientale di Taranto che ha visto un uomo protagonista di un grave incidente domestico.

Nel frangente del nefasto episodio, l’uomo si trovava in casa e stava utilizzando l’arnese di lavoro quando, nel corso dell’esecuzione dell’attività, dal flex elettrico si è sganciato il disco e nella parabola ha colpito alla gola il savese. La lama nella sua rotazione a forte velocità ha causato un taglio netto, recidendo la trachea a pochi millimetri dalla carotide con il rischio fatale di togliergli la vita.

Caso favorevole ha voluto che al momento del grave infortunio in casa vi era la presenza di un parente della vittima che, prontamente, lo ha soccorso e condotto d’urgenza con l’auto all’ospedale Marianna Giannuzzi di Manduria. Il savese, giunto in precarie condizioni, considerata la gravità della ferita sanguinante alla gola, ha ricevuto le prime cure dei sanitari che gli hanno tamponato il flusso di sangue e poi affidato al personale del reparto rianimazione.

L’intervento medico del dott. Mauro Spennati e del dott. Pasquale Marangiolo, che gli hanno suturato il profondo taglio alla trachea, sfiorata la carotide di pochi millimetri, ha scongiurato il peggio, decretando fuori pericolo la vita del savese. Attualmente, l’uomo, intubato, è stato trasferito presso la struttura ospedaliera Vito Fazzi di Lecce dov’è ricoverato in prognosi riservata.

Promo