Tumori, al “De Bellis” di Castellana si sperimenta nuovo farmaco

196 Visite

L’Istituto Nazionale di gastroenterologia “De Bellis” di Castellana Grotte, primo centro in Puglia ad essere autorizzato all’esecuzione di studi clinici di fase 1, dopo aver superato con successo l’ispezione Aifa lo scorso anno e concluse tutte le pratiche autorizzative, ha ufficialmente iniziato la sua attività arruolando ed iniziando il trattamento sperimentale di un paziente con una neoplasia del tratto gastroenterico.

Lo studio consisterà nel valutare l’efficacia e la tollerabilità di un nuovo farmaco sperimentale che, somministrato in associazione ad un comune chemioterapico, ne aumenta l’efficacia, agendo sul sistema immunitario.

“L’inizio di questo nuovo trattamento sperimentale ad un primo paziente neoplastico -ha dichiarato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano- é il segno che il lavoro fatto e la strada che stiamo tracciando é quella giusta. Ed é una strada che percorre fondamentalmente tre direttrici che ci siamo dati: la necessità di modernizzare sempre meglio la rete ospedaliera, portare salute e servizi nei territori, incrementare i servizi e incrociare sempre piu’ i bisogni di salute dei pugliesi. Quanto sta accadendo di buono al ‘De Bellis’ di Castellana va certamente in questa direzione”.

Promo