“Unpopergioco” di Niki Vescia si aggiudica la Scellerata Regata 2022 a Bisceglie

197 Visite

Ventisei imbarcazioni al via in rappresentanza di sei circoli giunti dalle province di Bari e della Bat. Sono i numeri eloquenti che attestano il successo organizzativo dell’edizione 2022 della “Scellerata Regata – Trofeo Alfredo Di Clemente”, impeccabilmente allestita domenica 17 luglio dal Circolo della Vela Bisceglie presieduto da Tonio De Angelis in piena sinergia con Bisceglie Approdi Marina Resort nelle acque antistanti il porto turistico della città dei Tre Santi. Patrocinata dall’Amministrazione Comunale e inserita nel cartellone degli eventi “Estate in Blu”, la kermesse velica si è distinta come da tradizione per la capacità di associare all’aspetto agonistico anche simpatici momenti di socializzazione e di leggerezza, nel segno di una riconosciuta ospitalità.

Malgrado le condizioni di vento debole abbiano inevitabilmente complicato gli sforzi degli equipaggi, tutti i partecipanti hanno gareggiato con impegno e entusiasmo per aggiudicarsi il miglior piazzamento in una delle regate di maggior prestigio del territorio che, com’è noto, concorre alla sommatoria dei punteggi del “Trofeo degli Squadroni”.

Il primato nella classifica Overall, con relativa assegnazione dell’ambito trofeo della “Scellerata Regata”, è andato all’imbarcazione “Unpopergioco” dell’esperto armatore Niki Vescia (LNI Trani), abile a legittimare il pronostico della vigilia. Alle sue spalle si sono piazzati nell’ordine “Sound of silence” di Antonio Di Bari (LNI Trani) e “Ca Va” dell’Asd Mediterraneo Molfetta. Nella classe libera fino a 7,50 metri si è registrata vittoria di “Lumachia” (Il Maestrale Santo Spirito) dinanzi a “Buccia di Banana” (Compagnia del Mare Molfetta) e Vantè (Mediterraneo Molfetta). Sul gradino più alto del podio della classe da 7,51 a 9 metri si è piazzata “Billellera” (Mediterraneo Molfetta), a precedere le due imbarcazioni del Circolo della Vela Bisceglie “Annaconda” (armatore Giancarlo Piscitelli) e “Mafatè” (Lorenzo Agnelli).

La classe libera più partecipata, con imbarcazioni dai 9,01 agli 11 metri, ha visto l’affermazione di “Gatta da Pelare” (skipper Nicola Macina, Il Maestrale Santo Spirito), seguita in classifica dalle due portacolori del C.V. Bisceglie “Volare” (armatore Giovanni Nacci) e “Very Well” (Natale Di Benedetto, con la gradita presenza a bordo del sindaco Angelantonio Angarano). Nella categoria multiscafi, invece, l’esperto Fabio Di Terlizzi con il suo “Sapore di Mare” ha primeggiato davanti a “Evoluzione” di Bepi Divella (entrambi alfieri del CV Bisceglie).

Nel corso della premiazione conclusiva, alla presenza del sindaco Angarano e dell’amministratore unico di Bisceglie Approdi Nicola Rutigliano, la vedova di Alfredo Di Clemente, signora Luana, ha consegnato il tradizionale trofeo al CV Bisceglie quale circolo con il maggior numero di imbarcazioni in gara.

Promo