Elezioni, Decaro e Emiliano non si candidano. “Non posso tradire Bari”, “Inutile spostare i carrarmati”

152 Visite

“Bari è la mia città. La città dove sono nato. La città che ho promesso di amministrare. La città che otto anni fa mi ha messo una fascia tricolore sulle spalle. E non posso tradirla. Perché con questa città ho un patto da onorare” . Lo scrive il sindaco di Bari Antonio Decaro sulla sua pagina facebook, a proposito dell’ipotesi di una sua candidatura alle elezioni politiche di settembre per il centrosinistra da più parti avanzata. “‘Dovresti andare a dare una mano a Roma’”, scrive il primo cittadino.

“In questi giorni in tanti me lo hanno detto”, aggiunge. “Cittadini, amici, il partito. Lo ammetto, ci ho pensato. Perché credo che chi fa politica debba impegnarsi in prima persona. Sempre. Qui a Bari, come in nessun altro posto nel mondo, io sono felice”, conclude Decaro.

Elezioni: Emiliano non si candiderà, ‘qui staremo benissimo’

Con la citazione latina “Hic manebimus optime’ (Qui staremo benissimo)”, il governatore della Puglia, Michele Emiliano, sembra escludere definitivamente ogni ipotesi di una sua possibile candidatura alle prossime elezioni politiche come gli sarebbe stato proposto dal Pd. Ieri sera a Brindisi, parlando con il Tg Norba a margine della presentazione di un libro, Emiliano ha detto: “Sinceramente non mi pare sia utile spostare i carri armati da un posto all’altro: o li aumenti di numero o é inutile che li sposti, ammesso che io sia un carrarmato”.

“Quando sono in giro per la Puglia e mi capita di pensare di essere il presidente di questa terra -ha aggiunto- mi vengono i brividi e il groppo in gola. Io lavoro per la Puglia, ho un contratto che dura ancora più di tre anni e quindi: Hic manebimus optime (Qui staremo benissimo)”.

 

Promo