Lecce battuto nei minuti di recupero, l’Inter passa a Via del Mare 2-1

[epvc_views]

Primi tre punti per l’Inter che passa a Lecce 2-1 e deve dire grazie a Dumfries, autore del gol vittoria proprio allo scadere. I nerazzurri erano passati in vantaggio dopo due minuti con Lukaku. Poi i salentini avevano agguantato la parita’ con Ceesay in avvio di ripresa.

Passano poco più di 80 secondi dal fischio d’inizio dell’arbitro Prontera e Lukaku ritorna a marcare il tabellino. Lo fa grazie a un’azione perfetta, cominciata da sinistra con Dimarco. Poi il colpo di testa di Darmian per l’appoggio facile facile del belga a sbloccare il risultato. È doccia fredda per i pugliesi, evidentemente attanagliati dalla tensione dell’esordio in A. L’Inter ha lo spazio per il raddoppio quasi immediato ma non é ancora in versione killer.

I padroni di casa perdono Cetin al 21′ per infortunio, ma é proprio da qui che la squadra di Baroni si inietta una buona dose di coraggio: un paio di contropiedi, nulla di più, ma finalmente uno squillo. La foga rischia di tradire Baschirotto, autore al 32′ di un’entrata durissima su Lautaro: é solo giallo per il direttore di gara. I nervi rimangono tesi, l’ultima fase della prima frazione si chiude con un possesso palla sterile delle due squadre e svariate proteste. La ripresa é una stretta parente dell’avvio di gara, ma al contrario. Dopo 3 minuti, é infatti il Lecce a trovare il gol del pari: palla in profondità di Di Francesco per Ceesay che incrocia battendo Handanovic. Al 53′ Strefezza sfiora il palo con una conclusione a giro, mentre al 61′ é solo un miracolo del portiere nerazzurro a negare la rete su punizione di Bistrovic. Inzaghi cambia registro. Entra Dumfries (e Dzeko a formare un tridente pesante) che al 69′ colpisce il palo di testa.

L’Inter attacca, ma con disordine e poca lucidità. La gara sembra archiviarsi su un pareggio ma all’ultimo istante i nerazzurri trovano il gol-vittoria: Lautaro devia un corner, arriva come una saetta Dumfries che sigla il tap-in.

(Foto Ansa)

Promo