Dal 19 al 24 settembre torna a Conversano la XVIII edizione di Lectorinfabula

[epvc_views]

Lectorinfabula, giunto alla sua  XVIII edizione e in partenza oggi, si svolge ogni anno nel centro storico di Conversano. In programma fino al 24 settembre, il Festival approfondirà temi legati alla contemporaneità quali: la politica, la cultura, l’economia, la scienza e la società.

Organizzato dalla Fondazione “Giuseppe Di Vagno (1889-1921)” si svolge con il patrocinio e il sostegno della Commissione europea, Rappresentanza in Italia, del Consiglio d’Europa, del Ministero della Cultura, della Regione Puglia, della Città Metropolitana di Bari, dell’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari, del Dipartimento di Scienze Politiche e del Comune di Conversano.

I numerosi eventi in programma sono gratuiti e aperti a tutti: dibattiti, confronti, presentazioni di libri e interviste, mostre fotografiche e di satira, workshop e laboratori per le scuole, proiezione di film, reading e letture dal vivo, con ospiti, opinion leader, giornalisti ed  intellettuali.

Presenti per l’occasione più di 250 relatori tra autori, giornalisti e studiosi da tutta Europa, che ogni anno si incontrano a Conversano per un vero e proprio confronto delle idee e per offrire il proprio contributo al grande progetto di integrazione culturale europea.

Tema dell’edizione 2022 le forme del Giudizio universale che portano a riflettere con l’autodistruzione messa in atto negli ultimi anni da parte degli uomini.

“Il tema del giudizio universale si presta a tante possibili letture e interpretazioni dalla storia alla politica, dalla fede alla scienza, dalla giustizia all’ambiente, dal sociale al digitale. Passando per la musica, il cibo, lo sport, l’arte, il cinema. Ma in modo particolare l’aspetto più significativo è colto nel rapporto tra ciò che è umano e ciò che è divino, tra la trascendenza e l’immanenza. Dio e l’uomo si cercano a vicenda, secondo Giusi Quarenghi – che aprirà il festival il 19 settembre con una specifica lecture sul tema – per trovare sostegno e riparo l’uno con l’altro. Di rimando, Ponzio Pilato – nel più famoso processo della storia – chiede a Gesù “che cos’è la verità?”, nel celebre racconto de “Il maestro e Margherita” a conclusione del festival, il 24 sera, con la lettura affidata alla voce di Paolo Sassanelli e Lorenzo Pavolini” ha dichiarato Filippo Giannuzzi, direttore scientifico del Festival.

Tra gli ospiti del Festival, sono attesi: Jeffery Deaver (in esclusiva per il Centro-Sud), Edoardo Albinati, Gabriele Romagnoli, Piergiorgio Odifreddi, Djarah Kan, Mario Desiati (vincitore del Premio Strega 2022), Carlo Greppi, Mauro Pescio, Marco Aime, Antonia Murgo, Marino Sinibaldi, Paolo Di Paolo, Simona Colarizi, Mario Capanna, Costanza Rizzacasa D’orsogna, Giusi Quarenghi, Linda Laura Sabbadini, Filippo Ceccarelli, Enrica Simonetti, Nandu Popu, Leonardo Palmisano, Marilena Nardi, Fabio Magnasciutti, Raffaella Spinazzi, KAP (Jaume Capdevilla), Siri Dokken, Stella Levantesi, Piero Martin, Siegmund Ginzberg e Marica Di Pierri.

Promo