“All’ospedale pediatrico Giovanni XXIII fino a 12 ore in sala di attesa per piccoli pazienti”, la denuncia del consigliere regionale Bellomo (Lega)

[epvc_views]

“La malasanità è insopportabile, addirittura odiosa, quando si ripercuote su anziani e bambini. Ricevo continuamente segnalazioni da cittadini che mi informano di nuove criticità e attese di ore e ore che non si possono giustificare. In particolare, nella giornata di ieri, sono tanti coloro che mi hanno reso partecipe, attraverso messaggi e video, di una situazione non degna di un Paese civile che si è verificata all’Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII di Bari. Bambini di un anno costretti ad attendere, insieme ai loro genitori, un tempo intollerabile per una ferita da suturare, altri che hanno passato 12 ore in attesa prima di ricevere assistenza. Tante piccole storie che testimoniano, in maniera drammatica, lo sfascio completo della sanità pugliese. Uno sfascio che certifica il fallimento totale delle politiche sanitarie di una sinistra che governa la Regione da 17 anni e mezzo”. Lo denuncia Davide Bellomo, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Puglia e candidato alla Camera dei Deputati per il centrodestra nel collegio uninominale di Bari.

“Ho denunciato più volte queste ed altre autentiche vergogne, ma la protervia delle persone che gestiscono il potere regionale è pari soltanto alla loro incapacità. I pugliesi, che pagano fior di tasse, hanno diritto a ricevere un’assistenza sanitaria che per essere efficiente deve essere anche rapida. La stessa che ricevono i cittadini del Nord, laddove governa il centrodestra. Siamo stanchi di un Paese a due velocità. Siamo stufi di una sinistra che vuole che nulla cambi per continuare a esercitare il suo potere sulle spalle della salute della gente. E’ tempo di voltare finalmente pagina. Dando al Paese un governo centrale in grado di rispondere concretamente ai bisogni dei cittadini, in attesa di portare anche in PUGLIA il vento di un cambiamento all’insegna dell’efficienza” conclude.

Promo