Bullismo, un murale sulla facciata del Municipio a Nardò

[epvc_views]

È ispirato al tema del bullismo il murale appena realizzato su una facciata del Comune di Nardò, nel leccese, accompagnato dalle parole: “Un pallone gonfiato solo per andare in alto”. Nel murale, realizzato con la tecnica dello stencil, ci sono due bambini appesi a un fascio di palloncini colorati su uno sfondo azzurro. A crearlo sono stati Sara Marotta, Cristian Calignano e Pasquale Alfieri.

“Diamo sfogo alla creatività, riqualifichiamo un muro degradato, diamo spazio a un tema molto delicato come la lotta al bullismo -dice il consigliere delegato alla Street Art del Comune, Gianluca Fedele- tutto questo ci consente questo decimo murale, che nasce da un disegno di una giovane studentessa neretina e che ha preso vita grazie a Cristian e Pasquale, due amici e due innamorati dell’arte e della città. È un momento molto propizio per la street art a Nardò, un altro murale sta nascendo in zona 167, lo vedremo tra qualche giorno, e una richiesta per un ulteriore murale è arrivata agli uffici”.

È stata l’associazione Archeoclub Terra d’Arneo a proporre il murale all’amministrazione comunale, nell’ambito del progetto didattico “Sbulla il bullo” contro il bullismo, realizzato con gli studenti delle classi dell’istituto comprensivo Polo 1. Progetto che in qualche modo proseguirà adesso con un contest che riprenda il tema della lotta al bullismo e che stimoli la vena poetica o la capacità di scrittura dei giovani.

“Il Covid -spiega la presidente di Archeoclub Terra d’Arneo Antonietta Martignano- ha allungato i tempi del progetto, ma alla fine ci siamo riusciti. Il murale è bellissimo e sarà il simbolo della lotta al bullismo in città”.

Promo