Mafie, ville di lusso e beni sequestrati per 500mila euro a Paolo Ficco capo clan di Terlizzi

684

Questa mattina i carabinieri del comando provinciale di Bari hanno eseguito un decreto di sequestro di beni per un valore di 500 mila euro emesso dal Tribunale Sezione Misure di Prevenzione di Bari su richiesta della Dda, a carico di Paolo Ficco. Si tratta di due ville di lusso, un garage, un terreno, due orologi Rolex Datajust e contanti per un valore complessivo di 500mila euro

Ficco è considerato dagli inquirenti il vertice di un’associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti che opera a Terlizzi (Bari) e nelle zone limitrofe, con l’aggravante di aver agevolato il clan Conte di Bitonto. Da quanto è emerso dalla indagini, il gruppo gestiva in modo monopolistico la piazza di spaccio di Terlizzi. Per questo Ficco, ritenuto al vertice del clan Dello Russo, è stato recentemente condannato in primo grado dal gip di Bari a 20 anni di reclusione.

(Immagine illustrativa di repertorio)

Promo