Ristori da Snam e Tap, pubblicata la mozione votata dal Consiglio regionale della Puglia

174

È stata pubblicata la mozione approvata il 19 ottobre scorso, proposta dal consigliere regionale di Fratelli d’Italia Luigi Caroli, che impegna il governo regionale a riprendere le trattative con Tap e Snam per i ristori da riconoscere al territorio. “Avevo presentato una mozione -spiega Caroli- approvata a maggioranza che impegna il Governo regionale a riavviare un dialogo con le società Tap e Snam perché quell’impegno assunto al momento del cantiere del gasdotto diventi realtà. All’epoca era in corso una trattativa che vedeva le due multinazionali offrire 50milioni di euro come risarcimento per quei Comuni interessati dall’infrastruttura. Va anche ricordato che le compensazioni ambientali si fermarono anche perché vi fu l’ostilità dei Comuni che erano contrari al Tap, primo fra tutti Melendugno”.

“Sta di fatto -conclude- che il gasdotto è stato realizzato, presto sarà raddoppiato e il gas è ampiamente commercializzato e seppure condivisibile il principio per cui tutti i pugliesi debbano avere uno sconto in bolletta, è maggiormente condivisibile che ci siano veri e propri risarcimenti per quei territori sui quali sorge la fonte energetica e che quindi sopportano anche il peso dell’impatto ambientale”.

Promo