Sanità, deputati di Forza Italia: “In Puglia non assicurati i Lea”

61

“Ancora al palo la sanità pugliese, con i livelli essenziali di assistenza che non vengono assicurati: per questo, abbiamo depositato un’interrogazione diretta al Ministro della Salute non solo per sottoporgli l’annosa questione, ma anche per richiedere un suo intervento a tutela dei cittadini”. Lo scrivono i deputati pugliesi di Forza Italia Mauro D’Attis, Andrea Caroppo, Rita Dalla Chiesa, Vito De Palma e Giandiego Gatta.

Sono trascorsi cinque anni “dalla definizione dei nuovi Lea, ma nella nostra Regione -spiegano i deputati- non sembra che ci sia stato alcun cambiamento strutturale della capacità di erogazione dei servizi essenziali”. Secondo D’Attis, Caroppo, Dalla Chiesa, De Palma e Gatta, nelle Rsa, inoltre, le cosiddette prestazioni estensive “gravano sui pazienti per il 50% del costo totale anziché essere a totale carico del servizio sanitario regionale. Ciò accade, per esempio, per i pazienti affetti da Alzheimer”. Inoltre, “il numero dei posti letto nelle Rs che ospitano anziani e disabili e nei Centri Diurni sono insufficienti a coprire il fabbisogno, perche’ la Regione Puglia non completa le procedure amministrative previste per la contrattualizzazione delle strutture”.

E concludono: “Sono casi che citiamo a titolo assolutamente esemplificativo e non esaustivo per rappresentare una condizione ben nota ai pugliesi, che ogni giorno si scontrano con il sistema pubblico in Puglia. Ci auguriamo che il Ministro intervenga per scardinare le tante e gravi criticita’ che si riverberano sulle fasce più deboli della popolazione”.

Promo