Caro bollette, ad Andria chiusura anticipata di negozi e studi professionali

86

Consentire ai commercianti, ai loro dipendenti di coltivare hobby o avere una serata che possa aiutare la socializzazione e, soprattutto, di risparmiare sulla bolletta. È l’obiettivo di “Aggiungi tempo alla tua vita”, l’iniziativa promossa da Confcommercio Andria e presentata in Comune.

“L’idea è nata poco prima dell’arrivo del coronavirus: molti commercianti avevano chiesto la possibilità di abbassare un po’ prima le saracinesche perché chiudendo alle 21 non si arriva a casa mai prima delle 21:45 un orario complicato per poter fare anche cose banali, come voler frequentare una palestra perché è troppo tardi”, spiega alla agenzia Dire Claudio Sinisi, presidente di Confcommercio Andria evidenziando che “è stata una iniziativa nata dal basso e portata in Comune”. La riduzione degli orari di apertura, che coinvolge anche gli studi professionali della città, “in questo momento è utile anche a contrastare gli aumenti dei prezzi delle bollette della luce”, dice Sinisi.

“Grazie al dialogo costante con le associazioni -sostiene l’assessore alle Attività produttive del Comune di Andria Cesare Troia- siamo arrivati alla chiusura anticipata alle 20:30 perché dopo quest’ora c’è un’altra vita, c’è la vita per la lettura, per la famiglia, per il tempo libero”.

All’iniziativa ‘Aggiungi tempo alla tua vita’ hanno aderito gli architetti, i geometri e anche l’associazione nazionale degli amministratori di condominio (Unai), “tutti consapevoli -sottolinea Troia- che con un tetto agli orari di chiusura c’è più spazio, dopo il lavoro, per palestre, lettura, ristoranti e soprattutto per la famiglia. Senza dire del risparmio economico legato al caro bollette”. Ed in futuro, come auspica l’assessore, non si esclude anche l’orario continuato che “deve essere uno sforzo che dobbiamo fare tutti insieme, anche a livello provinciale”.

Promo