In programma l’ammodernamento della stazione di Taranto. Di Gregorio (PD): “Nelle prossime settimane sarà risolto il problema degli allagamenti nel sottopasso”

64

“La stazione di Taranto sarà oggetto di un importante restyling che ne cambierà e ne migliorerà radicalmente l’aspetto. I lavori dovrebbero iniziare a giugno del 2023, ma nel frattempo è necessario garantire adeguate condizioni di fruizione all’utenza”. Lo afferma Vincenzo Di Gregorio, consigliere regionale della Puglia (Pd), che ha “chiesto e ottenuto una prima interlocuzione con Rete Ferroviaria Italiana” in merito “ai tanti e urgenti problemi della stazione ferroviaria di Taranto”.

“Dovrebbe essere risolta in poche settimane -aggiunge Di Gregorio- la questione che riguarda l’allagamento del sottopasso che conduce ai binari. Le perdite saranno individuate e attraverso sistemi di captazione, saranno convogliate in appositi pozzetti per il deflusso. Questo intervento dovrebbe concludersi entro febbraio 2023”. Il consigliere precisa che “il bar della stazione di Taranto è chiuso a seguito di una procedura fallimentare. Proprio oggi era previsto lo svolgimento dell’asta. In attesa di conoscere l’esito della vendita all’incanto ho chiesto di installare provvisoriamente e fino alla riapertura del locale un distributore automatico di acqua e bevande”.

Per accedere “ai bagni pubblici della stazione – annota ancora Di Gregorio – è previsto il pagamento di un euro. Ho chiesto di valutare la possibilità di abbassare il costo per l’utenza. Ad onor del vero va ricordato che quando i bagni pubblici erano di libero accesso sono stati ripetutamente vandalizzati, sporcati e usati impropriamente”.

Promo