Rifiuti, Fratelli d’Italia Puglia: “Il piano Maraschio ha fallito”

81

“Se dopo poco più di un anno dall’approvazione del Piano Rifiuti il presidente Emiliano ha emesso un’ordinanza per far fronte a un’improvvisa emergenza e un consigliere di maggioranza, e non di minoranza, presenta una mozione per impegnare il governo regionale a iniziare l’iter di finanziamento con fondi propri per avviare i cantieri degli impianti dove smaltire i rifiuti previsti nel Piano vuol dir una sola cosa: che quel Piano ha fallito e noi di Fratelli d’Italia non lo diciamo solo oggi, ma già durante la sua approvazione, quando cercammo di mettere in guardia la maggioranza dimostrando che persino i numeri erano sbagliati”. Lo dichiara il gruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale pugliese dopo la discussione in Aula dell’emergenza rifiuti.

“Non solo -aggiungono da Fdi- ma l’errore più grande fu quello di strumentalizzare politicamente la gestione dei rifiuti perché mentre l’assessore all’Ambiente Maraschio ancora oggi rivendica la centralità al pubblico, di fatto il Piano rifiuti della Puglia si regge sugli impianti di gestione e proprietà di privati. Alla Maraschio -che da tempo ha smesso i panni del tecnico per vestire quelli del politico- ricordiamo che il centrodestra nel 2005 ha perso le elezioni proprio perché pianificò il sistema rifiuti che prevedeva gli inceneritori, mentre il centrosinistra le ha vinte proprio con il “no” a tutto. E il risultato qual è? Che dopo 18 anni nel Piano dei rifiuti targato Maraschio non solo non ha risolto le emergenze, ma non ha previsto un piano B”. 

Promo