Corato, finti permessi per intascare gli incentivi su impianto fotovoltaico. Danno erariale per 3 milioni di euro

580

Avrebbero presentato permessi in realtà mai ottenuti per realizzare un impianto fotovoltaico i due rappresentanti legali protempore di una società di Corato (Bari) che i finanzieri della compagnia di Trani hanno segnalato alla magistratura. Si ipotizza un danno allo Stato da 3 milioni di euro a causa di una presunta indebita percezione degli incentivi erogati per la produzione di energia fotovoltaica.

Le indagini hanno permesso di scoprire un “sistema fraudolento finalizzato all’indebita percezione di contributi statali erogati dal gestore dei servizi energetici per le fonti di energie rinnovabili nel settore del fotovoltaico”. I finanzieri hanno accertato l’utilizzo di documentazione falsa che attestava permessi, in realtà mai ottenuti, per la realizzazione dell’impianto fotovoltaico. Sono in corso indagini di tipo contabile da parte della Corte dei conti di Bari. 

Promo