Controlli sul lavoro nero a Lecce, sospesa l’attività a 5 imprese edili

96

Violazioni in materia di orario di lavoro e sicurezza nei confronti di 88 lavoratori e 5 provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale che hanno interessato il settore edile. È il bilancio dell’attività di vigilanza svolta dai militari del Nucleo carabinieri ispettorato del lavoro di Lecce, in collaborazione con il comando provinciale carabinieri di Lecce e del personale dell’Itl di Lecce (ispettorato territoriale del lavoro) nell’arco di tre settimane con riferimento ai settori edile, dei servizi alla persona (rssa), metalmeccanico e i pubblici esercizi di tutta la provincia salentina.

Sono state controllate 15 aziende e 140 posizioni lavorative di cui 10 provenienti da paesi extra-Ue ed è stata accertata la presenza di 12 lavoratori in nero, di cui uno percettore di reddito di cittadinanza.

L’ammontare delle ammende contestate per l’inosservanza della normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro è di circa 80 mila euro, mentre quello di natura amministrativa è pari a 60 mila euro. 

Promo