“Prenotare una colonscopia a Lecce e farsi mandare a Foggia a settembre del 2023”, la denuncia del senatore Ignazio Zullo

“Il presidente Emiliano ieri in tv in tutte le salse era indignato per il Ddl sull’autonomia differenziata perché non garantirebbe gli stessi servizi al Nord come al Sud. Ma perché oggi, senza Ddl, in Puglia sono garantiti? Assolutamente no, anzi. In tutta la Asl di Lecce non è possibile prenotare in nessun modo una colonscopia, neppure se chi la richiede ha una prescrizione che ne ordina l’urgenza, perché le agende sono chiuse”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Ignazio Zullo.

“La prima prenotazione utile in Puglia -aggiunge- anche per un salentino, è per settembre 2023 ma a Foggia, circa 300 chilometri di distanza. Questo significa che chi ha una patologia grave all’intestino, vale a dire che ha o potrebbe avere un tumore, o va a pagamento o perde tempo prezioso per la sua vita”.

Promo