Rissa ad una partita di calcio giovanile a Ceglie Messapica, denuncia e Daspo per due dirigenti della Taf Ceglie

Due provvedimenti Daspo sono stati emessi dal questore di Brindisi, Annino Gargano, nei confronti di altrettanti appartenenti alla società sportiva Taf Ceglie Calcio, in relazione a quanto avvenuto lo scorso 5 novembre, in occasione dell’incontro di calcio valevole per il campionato regionale juniores under 19, presso lo stadio comunale di Ceglie Messapica tra le compagini giovanili “Asd Calcio Ceglie” e “Taf Ceglie”.

Oltre ai Daspo, della durata di un anno, i due sono stati denunciati dai carabinieri per il reato di cui all’art. 6 ter della legge 401/89. “Mentre la gara si avviava al termine con il vantaggio della squadra Asd Calcio Ceglie, tra i giocatori in campo iniziava una rissa in conseguenza della quale il direttore di gara sanzionava alcuni giocatori con l’espulsione. In concomitanza si verificava l’ingresso nel rettangolo di gioco di due persone, presenti sugli spalti, che inseguivano il portiere della squadra Asd Calcio Ceglie e di un altro calciatore della stessa compagine”, spiega la questura brindisina.

Dagli accertamenti è emerso che si trattava di appartenenti allo staff della Taf Ceglie Calcio, entrambi già destinatari di provvedimento temporaneo di inibizione a svolgere qualsiasi attività in campo emesso dalla Figc- Lega Nazionale Dilettanti – Comitato regionale, per aver partecipato, sempre lo scorso anno, a una rissa in campo a Fasano nell’ambito dell’incontro di calcio tra la squadra locale e quella della Taf Ceglie Calcio.

(Immagine illustrativa di repertorio)

Promo