Cadavere semicarbonizzato trovato in campagna di Barletta. Sarebbe di un uomo tra i 30 e i 40 anni

Il cadavere semicarbonizzato di un uomo, di età compresa tra i 30 e 40 anni, è stato trovato questa mattina nelle campagna di Barletta in zona Montaltino.

Intervengono gli agenti del commissariato di Barletta, della squadra mobile e della scientifica. È atteso il medico legale dell’istituto di medicina legale del Policlinico di Bari, Sara Sablone.

Da chiarire le cause del decesso, volto sfigurato

Sarà l’esame autoptico a chiarire le circostanze della morte dell’uomo il cui cadavere è stato trovato carbonizzato questa mattina nelle campagne di Montaltino, frazione di Barletta (Barletta – Andria – Trani). Secondo quanto emerso finora, la vittima -di cui è al momento non è possibile stabilire l’età- presenta i segni delle fiamme specie sul volto -completamente sfigurato- e sul busto e saranno le indagini antropologiche-forensi a chiarire se si tratta di un cittadino italiano o straniero.

Il corpo era in una zona di campagna dove sono state trovate aree di terra bruciata. Non si esclude che l’uomo possa essere stato ucciso altrove e poi, trasportato in campagna dove il corpo sarebbe stato dato alle fiamme. Resta valida l’ipotesi che possa essere stato ammazzato da colpi di arma da fuoco o taglio i cui segni sono stati resi illeggibili a una prima ispezione cadaverica.

L’incarico per l’effettuazione dell’esame autoptico sarà conferito martedì. Gli agenti della polizia scientifica hanno effettuato i rilievi: la loro analisi potrà riferire se è stato usato del liquido infiammabile. Sull’accaduto indagano gli agenti della squadra mobile della questura di Barletta – Andria – Trani e del commissariato di Barletta.

Aperta inchiesta della Procura

La Procura di Trani ha aperto un fascicolo per omicidio, al momento a carico di ignoti, per far luce sulla morte di un uomo, trovato questa mattina carbonizzato nelle campagne di Montaltino, frazione di Barletta.

Da una prima perizia esterna del medico legale Sara Sablone, del Policlinico di Bari, la parte più compromessa é quella del volto, ma l’uomo riportava ustioni su tutto il corpo. Dai tratti somatici e da una conformazione suggestiva dei capelli, potrebbe trattarsi di un extracomunitario. L’uomo non aveva con sé documenti, né presentava ferite riconducibili ad un’arma: maggiori dettagli saranno chiariti durante l’autopsia, disposta dal pm di turno, che si svolgerà probabilmente martedì.

I poliziotti della squadra mobile di Andria, coadiuvati dai colleghi del commissariato di Barletta, indagano a 360 gradi. La segnalazione, questa mattina, sarebbe arrivata da un uomo che si stava dirigendo in una campagna poco distante a bordo della sua auto.

Promo