Michelle Baldassarre, aspettando l’esito dell’autopsia. Gli acquisti nei negozi di Santeramo nelle ultime ore prima della tragedia e quel messaggio con l’invio della posizione

Dovrebbe arrivare nelle prossime ore l’esito dell’autopsia sul cadavere carbonizzato di Michelle Baldassarre, la donna di 54 anni igienista dentale di Santeramo trovata morta nelle campagne circostanti la città murgiana. Dalle prime informazioni che trapelano sembrerebbe sia stata rilevata una ferita da arma da taglio, mentre si è ancora alla ricerca di una tanica o di un contenitore per la benzina che sarebbe servita per dare fuoco al corpo.

Altro elemento che si aggiunge alle indagini sarebbe il messaggio partito dal cellulare della vittima con la segnalazione della posizione in cui è stato ritrovato il cadavere.

Le indagini si concentrano inoltre sul contesto familiare della vittima, mamma di due figlie poco più che ventenni, Michelle era sposata con un commercialista di Santeramo e stando a quanto si apprende, i due erano in fase di separazione e gli animi non erano affatto sereni. Michelle infatti era seguita dai servizi sociali del Comune di Santeramo e lo scorso 23 dicembre era stato adottato un ordine di protezione dal Tribunale di Bari. La donna era stata collocata in una struttura protetta dove era rimasta 40 giorni per poi decidere autonomamente di tornare a casa

Nel giorno del ritrovamento del cadavere, Michelle si era recata prima in un panificio ad acquistare dei panini e poi in una tabaccheria per comprare delle caramelle. Azioni normali di vita quotidiana che mai avrebbero lasciato presagire la tragedia.

Promo