Bari, lotta all’abusivismo nel settore extra alberghiero. Task force della Polizia locale per i controlli nelle strutture ricettive

Sono cominciati i controlli della task force comunale istituita all’interno del nucleo Annonaria della polizia locale di Bari sulle strutture ricettive del comparto extra alberghiero presenti in città, con l’obiettivo di portare alla luce eventuali situazioni di abusivismo.

Il gruppo di lavoro, composto da quattro pattuglie più il responsabile di ufficio, sta monitorando e verificando i dati delle imprese registrate nei database ufficiali regionali e quelli presenti negli annunci di strutture presenti sui maggiori portali di ricerca e offerta strutture per vacanze del capoluogo.

Il Comune con una nota fa sapere che risultano registrate regolarmente 1.795 strutture ricettive: 126 affittacamere, un alloggio in agriturismo, 1.439 case private, 206 b&b, 16 case vacanza, tre alloggi per ferie, un villaggio turistico. Su queste, ma soprattutto su altre strutture prive di registrazione, nelle prossime settimane saranno disposti una serie di controlli, con eventuali sanzioni da parte della polizia annonaria così da favorire la regolarizzazione delle procedure e l’emersione di eventuali casi di abusivismo.

Per avviare le pratiche di regolarizzazione della propria struttura è possibile richiedere il certificato di inizio attività (Scia) da presentare allo sportello unico per le attività produttive (Suap) del Comune competente per territorio. 

Promo