Appalto parcheggi a Foggia, 35 lavoratori a rischio. De Leonardis (Fratelli d’Italia): “Questione di impatto sociale”

“Il recente affidamento del servizio parcheggi, da parte del Comune di Foggia, alla Gps, pone prepotentemente una questione di impatto sociale sui lavoratori e sulle loro famiglie. Perché, a fronte delle 66 unità finora impiegate, solo 31 sono i parcheggiatori che saranno assorbiti dalla società che è subentrata ad Apcoa”.

Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale pugliese, Giannicola De Leonardis (Fdi), che spiega: “Lo scorso anno, i commissari del Comune hanno bandito una gara per il nuovo affidamento badando, tuttavia, solo a criteri di economicità, bypassando completamente la clausola sociale di fondamentale importanza che ovviamente afferisce alla salvaguardia dei posti di lavoro. Di 66 parcheggiatori finora in servizio, ne saranno impiegati solo 27 a 27 ore e 4 a 20 ore”.

“Una situazione generata dall’offerta presentata dalla società subentrante, decisamente al ribasso per quel che concerne il personale da impiegare rispetto alla società -conclude- che fino a poco tempo fa ha gestito il servizio e che pure ha presentato un’offerta che non aveva, invece, ricadute occupazionali”.

Promo