Sigarette elettroniche alla cannabis, arrestato a Ravenna 27enne di San Pietro Vernotico. Il materiale era stato fatto arrivare dalla California

Aveva 308 sigarette elettroniche con Thc, il principio attivo della cannabis, superiore al 95%. E poi circa 300 sigarette con Thc superiore al 50% e oltre quattro etti di hashish suddiviso in più tavolette. Per questo motivo mercoledì sera a Ravenna la polizia ha arresto un 27enne originario di San Pietro Vernotico (Brindisi) per detenzione di droga ai fini di spaccio.

Le indagini, portate avanti dalla sezione narcotici della squadra Mobile ravennate in coordinamento con la direzione centrale per i servizi antidroga del ministero dell’Interno, era partita dalla segnalazione del sequestro realizzato dalla polizia tedesca all’aeroporto di Colonia-Bonn di un pacco contenete oltre un chilo di marijuana proveniente dagli Stati Uniti e destinato a un fittizio domicilio di Ravenna. Le successive verifiche hanno permesso di individuare l’arrivo di un secondo pacco, sempre proveniente dagli Usa, a sua volta sottoposto a sequestro nel medesimo scalo aeroportuale tedesco: dentro c’erano 250 sigarette elettroniche monouso a base di cannabinoidi.

Nei giorni scorsi il sospettato era riuscito a ricevere una terza spedizione adoperando poi per recapitare, attraverso un corriere specializzato, un plico a un altro individuo: dentro c’erano due sigarette monouso del tutto identiche a quelle sequestrate in Germania e caratterizzate da un elevato effetto stupefacente. La successiva perquisizione ha permesso di sequestrare le centinaia di sigarette con Thc oltre a materiale per il confezionamento e a numerosi cellulari.

Sono in corso approfondimenti circa le modalità di approvvigionamento delle sostanze verosimilmente attraverso internet alla luce della provenienza delle spedizioni da diverse località nello Stato della California. 

Promo