Aborto, la Regione Puglia sospende la delibera per sostegno a donne che portano a termine la gravidanza

La Giunta regionale della Puglia sospende la delibera che sulla misura sperimentale di supporto alla natalità destinata alle donne pugliesi in condizione di difficoltà che hanno deciso di portare a termine la gravidanza e che si rivolgono ai consultori, ai Comuni o alle strutture specializzate per ricevere un sostegno.

“In accordo con il presidente Emiliano, che non aveva partecipato alla seduta di Giunta” si é “deciso di sospendere la delibera per garantire” la “massima condivisione e corretta informazione” sul provvedimento, comunica l’assessora regionale al Welfare, Rosa Barone.

“Avvieremo una serie di incontri per spiegarla e condividerla con associazioni, consiglio regionale e tutti gli attori interessati”, annuncia, per “evitare attacchi strumentali”. “Dispiace che ne sia stato strumentalizzato il contenuto, ma nessuno può mettere in dubbio l’orientamento della Regione Puglia e dell’assessorato al Welfare, da sempre in prima linea per il diritto delle donne all’autodeterminazione”, prosegue Barone.

“L’obiettivo della misura é garantire un’adeguata assistenza alla gravidanza e al post partum con l’erogazione di servizi assistenziali integrati e multidisciplinari, che tengano conto della dimensione sia di natura medica che sociale dei bisogni rilevati”.

La misura si affiancava a quelle che sostengono le famiglie nella conciliazione vita lavoro, nel pagamento delle rette per la frequenza dei nidi e dei servizi socio educativi per minori, nella redazione di piani di Welfare aziendale da parte delle imprese.

Promo