Muore donna di 82 anni ad Andria, donati gli organi. Trapianto di fegato e reni

Reni e fegato sono stati prelevati da una donna di 82 anni di Andria morta per emorragia cerebrale. Le operazioni di espianto si sono concluse all’alba nell’ospedale ‘Bonomo’ della città.

Nelle sale operatorie coordinate da Nicola Di Venosa, direttore della struttura complessa di Anestesia e rianimazione, si sono alternate l’equipe del Policlinico di Foggia, che ha prelevato i reni, ed un’equipe del Policlinico ‘Gemelli’ di Roma che ha prelevato il fegato per una urgenza di carattere nazionale.

“Abbiamo risposto a una esigenza nazionale e ne siamo orgogliosi perché abbiamo bene in mente il valore della donazione che abbiamo gestito non senza fatica nella notte”, commenta Giuseppe Vitobello, coordinatore della donazioni per la Asl di Barletta – Andria – Trani.

A dare il consenso alla donazione, l’ottava per l’ Asl da inizio anno a oggi, sono stati i tre figli dell’anziana. “Il nostro grazie va ai figli della donatrice -continua Vitobello- che non hanno esitato a dare il loro assenso. L’idea che una donna di 82 anni possa, con la sua generosità e quella dei suoi amori più cari, donare vita è meravigliosa”.

“Il nostro abbraccio va alla famiglia -aggiunge- Tiziana Dimatteo, direttrice generale della Asl Bat – ci auguriamo che la speranza donata possa alleviare il dolore della perdita”.

Promo